Il periodo etrusco

Notevole è la ricchezza delle testimonianze di epoca etrusca; tra VIII e VII sec. a. C. la fascia costiera e i primi rilievi collinari assumono sempre di più il ruolo di sbocco naturale sul mare della nascente città di Volterra.

Tomba della Badia, Volterra (IV-III sec. a. C.)

Tomba della Badia, Volterra (IV-III sec. a. C.)

 
Il Museo di Cecina custodisce i ricchissimi corredi della necropoli di Casa Nocera, legata ad un insediamento abitato ubicato nelle immediate vicinanze dell’attuale centro abitato di Casale Marittimo.Qui, tra l’inizio del VII e la metà del VI sec. a. C., sono stati sepolti i membri di una potente casata etrusca, che dal rilievo di Casale era in grado di controllare tutto il territorio circostante la foce del fiume Cecina, beneficiando della rete di traffici commerciali connessi alla rete di traffici del Mediterraneo.

Corredo funerario della Tomba A della necropoli di Casa Nocera (Casale Marittimo). Le armi e le insegne del potere. (Inizio VII sec. a. C.)

Corredo funerario della Tomba A della necropoli di Casa Nocera (Casale Marittimo). Le armi e le insegne del potere. (Inizio VII sec. a. C.)

 

La tomba A custodisce il cinerario e il corredo del capostipite della dinastia, il cui corpo, secondo un costume comune a Greci ed Etruschi e riservato agli “eroi”, fu bruciato su una pira. La ricchezza e il potere che la famiglia del defunto possedeva è illustrata dagli oggetti del corredo, costituito da armi, vasellame per il banchetto, oggetti personali e da parti di un carro, tutti in metallo (oro, bronzo, ferro).

Corredo funerario della Tomba A della necropoli di Casa Nocera (Casale Marittimo). Il vasellame in bronzo per il banchetto. (Inizio VII sec. a. C.)

Corredo funerario della Tomba A della necropoli di Casa Nocera (Casale Marittimo). Il vasellame in bronzo per il banchetto. (Inizio VII sec. a. C.)

 

Da non perdere sono anche le basi in marmo e in pietra con teste di ariete, impiegate per decorare all’esterno le tombe, e la corona d’oro impiegata nella sepoltura di una aristocratico etrusco dell’insediamento di Belora.

Cippo in marmo con teste di ariete, da Casale Marittimo (V sec. a. C.)

Cippo in marmo con teste di ariete, da Casale Marittimo (V sec. a. C.)